Uomini e lupi
a Vezzolano

Vai al Menu principale ☰

Attenti al lupo
... stando sempre attenti al lupo ...

Canonica regolare
di Santa Maria di Vezzolano

Sabato 13 aprile 2019

Convegno

Uomini e lupi

Le Colline del Romanico tra arte e biodiversità

L’idea di organizzare un incontro informativo e divulgativo sulla vita del lupo nasce da alcuni avvistamenti avvenuti in questi ultimi anni, che hanno segnalato il suo ritorno nelle aree boschive non lontane da Vezzolano, provocando un certo scompiglio presso la popolazione della Collina Torinese e dell’Alto Astigiano e creando talora timore negli escursionisti.

Attraverso l’informazione e la diffusione della conoscenza si vuole ricollocare la ricomparsa del lupo nella giusta prospettiva, al fine di evitare facili ed ingiustificati allarmismi. Durante il pomeriggio di studio si tratteranno, infatti, diversi temi, tra i quali gli aspetti della vita del lupo ed il suo ambiente, il lupo nella letteratura e nell’arte, l’ecosistema bosco, la rete escursionistica nella Riserva della Biosfera CollinaPo e gli usi del paesaggio agrario in funzione delle politiche di conservazione della natura.

Inizio: ore 14,30

  • Saluti Istituzionali
    • Valentina Barberis, Polo Museale del Piemonte, Direttore del Complesso Canonicale di Santa Maria di Vezzolano
    • Giorgio Ferrero, Assessore all’Agricoltura della Regione Piemonte
    • Associazione la Cabalesta
  • Modera e introduce
    • Franco Correggia, Naturalista, curatore dei Quaderni di Muscandia
  • Relatori
    • Luca Giunti, Guardiaparco Aree Protette Alpi Cozie
      • Le domande del lupo
    • Irene Borgna, Antropologa Alpina
      • Il lupo che ci gira in testa: immaginario di un animale
    • Dino Genovese, Dottorando di ricerca presso l’Università di Torino
      • Uscire dal sentiero
    • Antonello Murgia, Presidente Ambito Territoriale Caccia Asti 1-2 e Sindaco di Piovà Massaia
      • La testimonianza di un amministratore pubblico nel contesto della fauna selvatica e il rispetto delle norme in materia venatoria

Chiusura lavori ore 17,30

Franco Correggia
Naturalista, esperto di dinamiche dei sistemi complessi, collabora a progetti di ricerca internazionali nei campi della biologia molecolare, dell’ecologia teorica e della conservazione della biodiversità. Autore di cinque volumi e di circa 200 contributi inerenti la biologia e le sinergie tra sistemi ambientali e culturali. È referente dell’Agenzia internazionale Ager, collabora con il Polo Universitario Astigiano. È Presidente dell’Associazione Terra, Boschi, Gente e Memorie e curatore della collana editoriale I Quaderni di Muscandia.

Luca Giunti
Naturalista (Laurea e Master in Scienze Naturali), Guardiaparco delle Aree Protette Alpi Cozie, autore di articoli, libri e conferenze, fotografo appasionato giramondo, studioso di lupi, lombrichi, licheni e orchidee, membro della Commissione Tecnica per la Torino-Lione.

Irene Borgna
Laureata in Filosofia, Dottore di ricerca in Antropologia alpina e guida naturalistica. Autrice dell’eBook Montagna femminile plurale (con Giacomo Pettenati, Zandegù edizioni), del saggio filosofico Profondo verde (Mimesis edizioni) e di Pastore di Stambecchi (con Louis Oreiller, Adriano Salani editore), collabora con varie riviste di montagna (Alpidoc, Meridiani Montagne). Ha lavorato per il progetto europeo LIFE WolfAlps con il compito di comunicare il ritorno naturale del lupo sulle Alpi.

Dino Genovese
Laureato in Scienze forestali con un diploma di specializzazione in Beni architettonici e del Paesaggio, è dottorando di ricerca presso l’Università di Torino. Esperto di sentieristica, è attualmente impegnato in una ricerca sulle interazioni tra governance del paesaggio e politiche di conservazione della natura nel contesto della riserva della Biosfera CollinaPo.

Antonello Murgia
Sindaco di Piovà Massaia. Presidente dell’Ambito di Caccia Asti 1 e 2 referente Anci Piemonte nel comitato Anci Nazionale fauna selvatica. Dal 2012 si occupa della gestione faunistica venatoria nel Nord Astigiano in ambito di territorio venabile primariamente nella riduzione dei danni in agricoltura da ungulati (cinghiali).

L’iniziativa è inserita nel circuito
Piemonte Romanico

PMPIE

Cabalesta

Regione Piemonte

TBGM AlpiCozie

ParcoPo ATCaccia

CascinaGilli InCollina
Imamoter
ProLocoCastelnuovo