Natale e Presepe a Vezzolano

A Vezzolano, Comune di Albugnano (AT)

Mercoledì 8 Dicembre, festa dell’Immacolata, torna la celebrazione in presenza di

Natale an Soran – a Vezzolano

che nel 2020 per motivi sanitari era stata fatta con mezzi telematici.

Natività

 

  • La chiesa sarà aperta dalle 10 alle 17;
  • ore 10,30 Santa Messa;
  • ore 15 in Chiesa: Inaugurazione del → Presepe di Anna Rosa Nicola, che quest’anno verrà allestito nel salone della cosiddetta “foresteria”.

In occasione del Presepe sarà data informazione sullo stato dei lavori relativi al restauro delle → tavole di Vezzolano, e sul proseguimento della raccolta fondi per arte da salvare.


Nel corso della cerimonia il gruppo musicale BandaSolia eseguirà musiche antiche e canti natalizi del repertorio popolare del Piemonte, Valle d’Aosta e Friuli. In seguito la musica accompagnerà il pubblico alla visita al Presepe.


Il Presepe sarà visitabile:

  • fino a domenica 6 febbraio negli orari di apertura della Chiesa di Vezzolano: il sabato e la domenica dalle 10 alle 17.
  • Sabato 25 dicembre, Natale: apertura 10-12,30 e 15,30-17.
  • Aperto giovedì 6 gennaio, Epifania.

Possibilità di visite per gruppi (almeno 10 persone) in giorni feriali.
Prenotazioni: info@lacabalesta.it, 349 577 29 32

L’ingresso al salone sarà regolamentato per evitare un eccessivo affollamento.

Si ricorda l’obbligo del green pass e dei dispositivi individuali di protezione.

DRM-PIE_Quadrato-200
InCollina-300
nicola-restauri-logo-200

Ensemble BANDASOLIA
Musiche antiche del Natale rurale

Il Natale ha sempre avuto, nel passato, grande importanza e celebrazione particolare. Al di là della scialba festa consumistica attuale, la ricorrenza della Nascita e della Nuova Vita ha suscitato nelle precedenti generazioni grandi aspettative e senso dell’imprescindibile, in questa Notte Santa.

Ci si riuniva presso i locali più caldi delle case, molte volte erano le stalle ad accogliere le famiglie e i conoscenti, per passare insieme le ore nell’attesa del giorno di Natale.

Canti, suoni, musiche “dedicate” si eseguivano innumerevoli nei vari paesi, con similitudini sparse anche tra nazioni lontane.

Il gruppo BandaSolia prende il nome da una località della Valle Cervo (BI), il significato è “parte assolata”, il versante dove i paesi e le colture sono esposti a mezzogiorno, garantendo una migliore qualità di vita.

In questa particolare esibizione vorremmo proporre un repertorio che parte dal Medio Evo al Rinascimento, per concludere con alcuni canti celebrativi natalizi provenienti dal Piemonte, dalla Valle d’Aosta e dal Friuli.

I componenti del gruppo sono: Federico Chierico (Voce, Tamburo provenzale, Tamburi a cornice, Percussioni alpine); Luciano Conforti (Ghironde, Cornamuse 16 e 20 pollici); Rinaldo Doro (Ghironde, Cornamuse 16 e 20 pollici, Armonium); Beatrice Pignolo (Violoncello, Salterio ad arco, Toun – Toun, Pandereta).

Tutti gli strumenti sono acustici e alcuni d’epoca.

A Vezzolano torna il Presepe

Dopo l’edizione “virtuale” del 2020, Mercoledì 8 Dicembre 2021 si inaugurerà l’XI Edizione del Presepe di Anna Rosa Nicola.

Il Presepe verrà allestito nella cosiddetta “foresteria”, poiché nel corso degli anni la presenza del pubblico è continuamente aumentata, ed è necessario garantire a tutti la possibilità di osservare con calma le diverse scene. L’ambiente delle “cucine” risultava quindi troppo angusto e disagiato.

Per questo motivo il Mercatino dei prodotti artigianali verrà allestito in Piazza Cav. Serra ad Albugnano. Per informazioni, si veda il → Sito del Comune.

Comunicheremo prossimamente il programma dettagliato della manifestazione.

Presepe

Nel frattempo fino al 20 novembre nel Laboratorio Nicola ad Aramengo vi sono due esposizioni di opere di Anna Rosa: MiniaNatura e Anteprima del Presepe. Sono visitabili il Sabato tra le 15,30 e le 18, necessaria la prenotazione allo 0141.909125.

Festival delle Abbazie nelle Terre del Romanico

da Venerdì 24 a Domenica 26 Settembre
e da Venerdì 1º a Domenica 3 Ottobre

a Santa Fede di Cavagnolo (TO) e Santa Maria di Vezzolano Albugnano (AT):
Festival delle Abbazie 1ª edizione
Trekking – Conferenze – Musica e teatro – Convivialità con il buon cibo locale – Momenti di spiritualità e di condivisione

a cura della Comunità Siloe

Segnaliamo solo alcuni eventi di un programma molto fitto:

  • Venerdì 24/9 Camminata del nobile silenzio da Vezzolano a Santa Fede con Marco Leone
  • Sabato 25/9 Giornata del nobile silenzioCamminata scalza in Santa Fede
  • Domenica 26/9 Camminata nel bosco da Vezzolano a Santa Fede
  • Venerdì 1/10 Santa Messa celebrata da Monsignor Derio Olivero, vescovo di Pinerolo
  • Sabato 2/10 Conferenza sulle due abbazie con Roberto Bechis (inCollina) e Maurizio Pistone (la Cabalesta)
  • Domenica 3/10 Camminata Dal romano al romanicoTrekking guidato da Monteu da Po a Santa Fede e Visita guidata al sito archeologico di Industria a cura dell’associazione culturale Athena

Interverranno: Davide Tosches accompagnato da Ramon Moro e Cosimo Morleo, il collettivo c.i.f.r.a danzateatro, Marco Volpatto con il gruppo MarasmaFolk e Simona Cavallari, il Maestro Massimiliano Limonetti, il gruppo musicale Folk Brich&Foss diretto da Mauro Bardella.

Convivialità a cura dei ristoratori locali.

→ Vai al programma

tutte le attività sono su prenotazione obbligatoria (info nel programma)
e saranno effettuate nel rispetto delle normative sanitarie vigenti

Il Rinascimento europeo di Antoine de Lonhy: due mostre a Susa e a Torino

→ Susa, Museo Diocesano, 10 luglio – 10 ottobre
→ Torino, Palazzo Madama, 7 ottobre – 9 gennaio 2022

Maddalena
Antoine de Lonhy, Maddalena

In questi ultimi anni si sta riscoprendo un artista che era stato per secoli dimenticato.

Antoine de Lonhy (documentato dal 1446 in Borgogna – morto verso il 1490 nel ducato di Savoia) è stato un artista itinerante, fra la Borgogna, la Francia meridionale (Tolosa) la Catalogna (Barcellona), la Savoia e il Piemonte. Attivissimo come pittore, si dedicò anche ad altre forme di espressione figurativa: la scultura, la miniatura, la pittura di vetrate, il ricamo.

Nonostante l’altissima qualità della sua produzione, e la grande attività lavorativa, fu colpito più di tanti altri dal radicale mutamento nel gusto verificatosi nel XVI secolo, e dalle vicende complesse del patrimonio artistico della fine del Medioevo. Le sue opere furono disperse, spesso malamente smembrate e danneggiate, al punto che se ne dimenticò del tutto l’esistenza. Per un certo tempo, molte opere sono state riunite sotto le diverse denominazioni convenzionali, quali Maestro delle Ore di Saluzzo e Maestro della Trinità di Torino. Solo in anni molto recenti si è compreso che si trattava di un unico autore, e pazienti ricerche d’archivio hanno condotto ai pochi dati biografici oggi disponibili su questo sfuggente personaggio.

Una grande occasione per valutare l’importanza della sua personalità è data da una grande esposizione dal titolo «Il Rinascimento europeo di Antoine de Lonhy» in due sedi coordinate: a Susa, presso il Museo Diocesano, è in corso la mostra curata da Vittorio Natale, che sarà visitabile fino al 10 ottobre; a Palazzo Madama, dal 7 ottobre al 9 gennaio 2022, il percorso espositivo sarà completato con una mostra curata da Simone Baiocco e Simonetta Castronovo. Particolarmente stimolante sarà la possibilità di visitare le due mostre in successione, nel periodo di apertura congiunta.

→ Vai alla presentazione della mostra di Susa


Natività, particolare
Cerchia del de Lonhy, particolare della → Natività, originariamente collocata in Santa Maria di Vezzolano

La mostra di Susa sarà tra l’altro l’occasione per vedere finalmente esposte le due → tavole lignee provenienti dalla chiesa di Santa Maria di Vezzolano, riconosciute come opera di un artista strettamente legato al de Lonhy ed originariamente usate come ante di una teca che racchiudeva il complesso scultoreo dell’altare di Carlo VIII. Il restauro delle due grandi tavole, dipinte da entrambi i lati, è ancora in corso ad opera del laboratorio Nicola di Aramengo (sono ora visibili tre delle quattro facciate), ed è stato interamente finanziato grazie alla raccolta di fondi effettuata in questi ultimi due anni in occasione dell’esposizione del Presepe di Anna Rosa Nicola.


Per approfondire la figura di questo pittore consigliamo un volume di recente edizione: Frédéric Elsig, Antoine de Lonhy, Silvana Edtoriale 2018 (due edizioni, in italiano e in francese), oltre ovviamente al corposissimo catalogo delle due mostre, con studi molto dettagliati e numerosissime eccellenti illustrazioni: Simone Baiocco e Vittorio Natale (curatori), Il Rinascimento europeo di Antoine de Lonhy, Sagep editori 2021.

Viene inoltre proposto un → ciclo di conferenze on line per l’approfondimento dei temi relativi a questo grande artista:

  • 13/07/2021: Antoine de Lonhy, un artista tra Valle di Susa e Valle d’Aosta.
  • 20/07/2021: Antoine de Lonhy sul territorio. Itinerari in Piemonte e Valle d’Aosta alla scoperta del pittore borgognone e dei suoi seguaci.
  • 21/09/2021: Antoine de Lonhy: un artista polivalente e il suo dialogo con la scultura.
  • 5/10/2021: Antoine de Lonhy, un artista europeo.
  • 19/10/2021: I codici miniati di Antoine de Lonhy: dagli esordi in Borgogna ai capolavori della maturità.
  • 9/11/2021: Dalle sete ai punzoni. Modelli tessili e tecniche esecutive nella produzione di Antoine de Lonhy.
  • 23/11/ 2021: Antoine de Lonhy e il contesto ecclesiale della sua ricerca.

Concerto Spirituale a Vezzolano 30 maggio 2021

Quando il cielo baciò la terra…
Meditazione in Musica

Vezzolano (Albugnano AT)
Domenica 30 maggio 2021
ore 16:00

Per il mese mariano, come prima iniziativa per la riapertura della chiesa di Santa Maria di Vezzolano, il gruppo vocale femminile InVocEnsemble con il pianista Alessandro Panella e l’attrice Alfonsina Zanatta propone un “Concerto Spirituale” per meditare sulla figura di Maria, Madre di Dio. Il programma presenta musiche sacre e di ispirazione spirituale, partendo da autori dell’epoca barocca e rinascimentale come Orlando di Lasso e Michelangelo Grancini, attraversando l’epoca medievale, per arrivare al XIX secolo e alla contemporaneità con autori come Pablo Casals, John Rutter, David Lang, per citarne solo alcuni.

La poesia di Alda Merini, Tagore e Turoldo, liaison tra i vari brani canori, arricchisce il contenuto spirituale espresso dalla musica.

Il gruppo vocale femminile InVocEnsemble nasce dall’incontro di sette musiciste e cantanti provenienti da varie esperienze vocali e musicali, appassionate nella ricerca e nella sperimentazione di generi e repertori diversi che spaziano tra il sacro e il profano attraverso i secoli.

Il programma completo su: https://www.lacabalesta.it/testi/appuntamenti/Vezzolano210530.html

Disponibili 50 posti a sedere

Aggiornamento del 25 maggio:
Data la grande richiesta, il concerto verrà replicato alle ore 17,30.
Per entrambi gli orari i posti disponibili SONO ESAURITI

Prenotazione obbligatoria per email a:
info@lacabalesta.it
tel. 011.9872463 / 349.5772932

A Vezzolano: Tour virtuale in quattro lingue

Espositori

Nella chiesa di Vezzolano, in tempi normali, sono a disposizione del pubblico quattro espositori in plexiglass con schede informative in quattro lingue sugli aspetti più importanti del monumento.

Da oltre un anno, in seguito all’insorgere della pandemia, queste schede sono state ritirate, poiché abitualmente i visitatori se le passano di mano in mano, e non è possibile procedere ad una sanificazione continua.

Per di più, gli orari di visita sono stati ridotti, e in alcuni periodi (“zona Arancione” e “Rossa”) la chiesa è chiusa.

Pensiamo di fare cosa utile e gradita pubblicando sul nostro sito testi e immagini di queste schede.


Per chi non l’ha visto, pubblichiamo infine il collegamento alla registrazione dell’incontro del 25/2 organizzato dalla Direzione Regionale Musei del Piemonte sul ritrovamento e il restauro delle tavole di Vezzolano attribuite ad Antoine De Lonhy:

https://www.youtube.com/watch?v=GBgF_pf7Csc

De Lonhy in conferenza streaming

Giovedì  25 febbraio 2021, alle 16,30

Conferenza in streaming
Antoine de Lonhy è tornato!
Vezzolano ritrova le sue tavole perdute.
È iniziata la rinascita delle opere

→ Leggi il comunicato della DRMP

Intervengono

  • Elena De Filippis, direttrice regionale Musei Piemonte
  • Valentina Barberis, direttrice dell’Abbazia di Vezzolano
  • Anna Rosa Nicola, direttore tecnico del laboratorio Nicola Restauri
  • Maurizio Pistone, presidente dell’Associazione la Cabalesta
  • Lidia Brero, presidente della Fondazione Enrico Eandi

Partecipazione gratuita tramite → questo link

De Lonhy nel laboratorio di restauro

La sottoscrizione per le tavole di Vezzolano è terminata!

Grazie ad un contributo straordinario da parte di un singolo sottoscrittore, la raccolta fondi per il restauro delle Tavole di Vezzolano ha raggiunto l’obiettivo prefissato con largo anticipo sul previsto.

Ringraziamo tutti i sottoscrittori per questo importante risultato, il loro contributo è stato prezioso e incoraggiante, indipendentemente dall’entità del versamento.

L’operazione opere d’arte da salvare continua! Oltre al restauro delle tavole, in accordo con la Direzione Regionale Musei del Piemonte programmeremo iniziative promozionali per dare adeguato risalto alle opere e al loro legame con il territorio, anche in vista di un loro auspicato ritorno a Vezzolano.


In questa foto del 2010 il prof. Giovanni Romano, di recente scomparso, e Anna Rosa Nicola esaminano le tavole di cui oggi è accertata la provenienza da Vezzolano

Giovanni romano e Anna rosa Nicola

Anticipiamo che nei prossimi giorni vi sarà una comunicazione on line della DRMP sulla situazione attuale del restauro e sui progetti futuri. Comunicheremo a breve l’orario e le modalità di connessione.